Il SeaLab e' stato fondato nel 2002.
Sono disponibili:

Informazioni sulla gestione del SeaLab

Il laboratorio e' composto fisicamente da due locali:
Il responsabile del Wlab e' il Prof. Ancona.

Al piano zero sono disponibili 5 "isole" ciascuna con 4 postazioni.
Sotto si vedono la disposizione e i nomi dei responsabili per ogni isola.
Sono disponibili 6 armadietti con chiave (1 per ogni isola + 1 per contenere materiale volatile).
Ad ogni armadietto corrisponde una chiave numerata. Lo stesso numero e' indicato sulle isole con una etichetta sul montante di ogni isola.
Sono anche disponibili un armadio e 4 cassetti in un classificatore (aperti).
E' possibile utilizzare la stampante locale.

Mappa del locale piano zero:




Pagina contenente la descrizione delle macchine presenti nel Labo 03

Persone ammesse nel SeaLab piano zero

Come specificato nell'atto di costituzione del laboratorio, lo scopo e' la promozione dell'attivita' sia di ricerca, che di didattica (tesi e dottorato), focalizzate sulle tecnologie di sviluppo di sistemi software e applicazioni, compresi aspetti di rete.

Nel SEALab piano zero sono quindi ammessi, oltre ai responsabili e ai tecnici, tesisti e dottorandi che svolgono attivita' didattica (tesi) e studenti o laureati che lavorano (assegnisti, borsisti, contrattisti o altro) su attivita' di ricerca.

Sulla porta sara' affisso un elenco il piu' possibile aggiornato e lo scopo del Laboratorio.

File aggiornato


Elenco isole

Isola Mauritius  (Martelli - Mascardi) Isola Alcatraz  (Delzanno - Ribaudo) Isola Krakatoa   (Dodero - Gianuzzi)
Isola Neverland  (Catania - Guerrini)
Isola Itaca     (Astesiano - Cerioli -Reggio)